mercoledì 23 luglio 2008

GAY STREET: AGGREDITA PERCHE' LESBICA

Arcigay Roma e comitato Gay Street: "Non ci lasciamo intimidire. Adesso una presa di posizione chiara da parte di Comune e Municipio"

Tre notti fa, D.S, 20 anni, una collaboratrice del Coming Out, storico bar gay romano e cuore della Gay Street di via di San Giovanni in Laterano, è stata aggredita nei pressi di piazza San Giovanni mentre tornava a casa dal lavoro intorno alle ore 3:00. La giovane sarebbe stata inseguita subito dopo aver lasciato il lavoro.

La ragazza è stata afferrata alle spalle, insultata ("lesbica di merda") e colpita con un calcio, riportando contusioni su varie parti del corpo. Ieri la giovane ha sporto una denuncia contro ignoti alla polizia.

"E' l'ennesimo violento attacco alle persone lesbiche e gay - afferma Fabrizio Marrazzo, presidente di Arcigay Roma - Un episodio preoccupante perché le modalità sono analoghe a quelle dell'aggressione di Cristian Floris, avvenuta qualche mese fa: la vittima è stata colpita alle spalle e poi insultata. Le esprimiamo tutta la nostra solidarietà".

"Con questo attacco - aggiunge Marrazzo - si è scelto in maniera esplicita di colpire uno dei luoghi simbolo per la comunità lesbica e gay romana e per la nostra città: la Gay Street. Probabilmente le polemiche di questi giorni riguardo alla mancata pedonalizzazione hanno persuaso i violenti ad agire, inviando un messaggio per marcare il territorio e seminare il panico. Adesso più che mai diventa essenziale una presa di posizione da parte del Comune di Roma e del I Municipio, che chiarisca se le persone lesbiche, gay e trans hanno diritto di cittadinanza nella nostra città e in via di San Giovanni in Laterano così da rispondere con fermezza a questi attacchi omofobi e respingere ogni atto intimidatorio".

8 commenti:

viviana ha detto...

no, ma figurati... si sarà impressionata: non esiste nessuna discriminazione contro lesbiche e gay! Non avete sentito il Ministro per le Pari Opportunità? Se lo dice lei dev'essere vero, no??

giusykei ha detto...

si infatti!
questa avrà le allucinazioni o ha preso troppo sole...
che tristezza la Carfagna...

Anonimo ha detto...

scusatemi ma che cosa fuma la ministra?

Nichi Vendola ha detto...

Hanno fatto bene a menargli!

Andatevene fuori dalle balle, magari a drogarvi in un'altra nazione e finitela di inquinare le città in cui viviamo!

A zozzi!!

Anonimo ha detto...

nichi vendola:

1) casomai menarLa. Impara l'italiano
2) per adesso siamo in un paese in cui la legge proibisce di menare a casaccio chi non ci piace....
3)... ma ancora per poco. Io odio i buruni ignoranti....


Mauro Vangaro

giusykei ha detto...

nichi infatti impara un pò di italiano :D
___________

ciao Mauro, grande!

viviana ha detto...

non fuma! Ma vi pare che una persona di "sani principi", paragonata a Santa Maria Goretti indulga in vizi così profani...

ps. non c'è gusto a fare dell'ironia, quando il lider maximo non ha il senso del grottesco e ruba le battute :-/

sincera ha detto...

“AGGREDITA LESBICA, AGGUATO IN STRADA”……..
Cosi’ riportano i giornali, attraverso lo sguardo d’un certo Marrazzo il quale denuncia l’accaduto, cogliendo l’occasione per rivendicare la pedonalizzazione che non e’ stata concessa (per ben 40 giorni) della pseudo “GAY STREET”…
Chiaramente la rivendica solo dopo aver offerto la sua solidarieta’ alla povera ragazza pestata.
Ho i brividi!!!!!
La fanciulla non e’ stata picchiata (come dicono) nei pressi della “street”…..bensi’ vicino a casa sua….l’aggressore credeva fosse un ragazzo gay e quando lei ha gridato d’essere una donna lui e’ fuggito……
Se fossi una delle persone che come Marrazzo, si puo’ permettere di raccontare e “condire” le storie altrui, secondo i propri fini, focalizzerei l’attenzione su un interesse universale…..quello della sicurezza delle nostre strade e non sulla pedonalizzazione non ottenuta…..cosa, che infondo, brucia solo a chi ha interessi che vanno al di la’ del bisogno di essere considerati semplici esseri umani e non gay…….al di la’, della rivendicazione dei diritti dei gay.
Lui dice :”QUESTO FENOMENO HA ALL’ORIGINE LE TENSIONI SCATURITE DAL MANCATO PERMESSO DELLA PEDONALIZZAZIONE”………
Cosa significa?????
Ma tensione di chi?????
Forse di chi si vede glissare la possibilita’ di speculare?? Di mangiare sulle spalle di persone comuni?
Forse si riferisce alla tensione dei commercianti, politici, assetati di potere, soldi, fama e che avrebbero voluto realizzare in una strada che e’ di tutti, una sorta di Gay Village?????
Ancora dice:”LE POLEMICHE HANNO PERSUASO I VIOLENTI AD AGIRE”…….
Mi vergogno difronte a queste dichiarazioni palesemente strumentalizzanti, al cospetto della ragazza,la quale, probabilmente d’ora in poi, ogni notte che rincasera’ dopo il lavoro, vivra’ nell’incubo di poter rivivere quegli istanti interminabili di dolore, fisico e morale.
Ma forse il dolore morale, e’ piu’ forte quando ci si sente usati???? Viene acuito dal sentirsi defraudati del proprio diritto di parola?????
I violenti, gli intolleranti, i razzisti, i pazzi esaltati….i mostri, i serial killer ci sono sempre stati.
Io mi preoccuperei di tutte quelle persone che di notte transitano sole lungo le strade delle nostre citta’, dove nessuno vede, sente, accorre.
Io mi preoccuperei della sicurezza delle persone GAY, ETERO, STRANIERE E NON, BARBONI, DROGATI, PUTTANE, TASSISTI…..mi occuperei dell’incolumita’ della massa, del singolo individuo…..dell’essere umano!
Da frequentatrice di quella strada, nutro profonda tristezza quando assisto al fenomeno MONDIALE di STRUMENTALIZZAZIONE….forse , il problema e’ proprio L’HOMO SAPIENS che e’ un manipolatore d’indole solo per raggiungere i suoi scopi non sempre puliti?!
HO I BRIVIDI, LA PELLE D’OCA…..UNA PROFONDA TRISTEZZA!!!!!!!!

Sincera79