mercoledì 28 maggio 2008

Assurdità romane: oggi 28 maggio la QUESTURA di Roma ritira l'autorizzazione a concludere il Gay Pride a Piazza San Giovanni

Il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, organizzatore del RomaPride’08, rende noto che ad appena 9 giorni dallo svolgimento della parata di sabato 7 giugno, la questura di Roma ha ritirato l’autorizzazione, concessa originariamente in data 11 aprile, a concludere la parata a Piazza San Giovanni con la motivazione di un concomitante convegno e concerto corale all’interno dei Palazzi Lateranensi.


Del problema sul percorso siamo venuti a conoscenza soltanto oggi, durante un incontro tecnico al Comune di Roma e nel conseguente incontro in Questura, senza che nessuna autorità competente l’abbia comunicato prima, nonostante siano passati quasi due mesi dall’autorizzazione originaria e dall’ampia notorietà pubblica data all’evento e al percorso.


Siamo stupiti e amareggiati per l’evolversi degli eventi e per l’incredibile ritardo della comunicazione.

Domani, giovedì 29 maggio, alle ore 17.30, presso la sede del Circolo Mario Mieli, in via Efeso 2/a, si terrà una conferenza stampa dove verranno dati tutti i dettagli e comunicate le nostre decisioni.


Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli

2 commenti:

alfa ha detto...

Dopo il NO della Carfagna e il NO di Alemanno, questa è un'altra bella batosta che non mi aspettavo...
Che tristezza...

Paòlo ha detto...

Qua invece che andare avanti, torniamo indietro.