giovedì 25 gennaio 2007

27 gennaio: ricordiamo i gay perseguitati dal nazifascismo

Il lato oscuro dello sterminio perpetrato dai nazisti dal 1939 al 1945 contro milioni e milioni di individui, quello che colpì non gli ebrei o gli oppositori politici, bensì i "diversi" per eccellenza, persone all´apparenza comuni ma con un orientamento sessuale e un identità di genere differente da quella della maggioranza, cioà gli omosessuali, arriva a Roma in occasione della Giornata della Memoria 2007.
Dal giorno in cui in tutto il mondo si ricorderà l´apertura dei cancelli del lager di Auschwitz sarà possibile visitare, in via San Francesco di Sales 5, a Trastevere, nei pressi di Regina Coeli e del Buon Pastore (fino al 10 febbraio), la mostra "Omocausto. Lo sterminio dimenticato degli omosessuali".

SABATO 27 GENNAIO 2007
GIORNATA DELLA MEMORIA

Inaugurazione della mostra
"Omocausto. Lo sterminio dimenticato degli omosessuali"
Casa della memoria e della storia
via S. Francesco di Sales, 5 (Trastevere)
27 gennaio - 10 febbraio 2007
tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 18.00



IL TRIANGOLO ROSA e QUELLO NERO....

Il triangolo rosa era il marchio che veniva cucito sulla divisa degli internati per omosessualità nei campi di concentramento nazisti.
Il colore rosa era stato scelto nei confronti di chi era giudicato effeminato: alle lesbiche internate fu imposto invece il triangolo nero delle "asociali".


1 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao